giovedì 24 maggio 2018

TRACCE NELLA FORMA - 26 maggio-16 giugno 2018

TRACCE NELLA FORMA
Mostra personale 
di Andrea Bassani

dal 26 maggio al 16 giugno 2018


SHOWCASES GALLERY è lieta di presentare una serie di lavori di Andrea Bassani, un artista il cui linguaggio artistico tocca indistintamente sia il segno pittorico che scultoreo, attraverso un’espressione linguistica e simbolica tesa al rinnovamento e alla creazione assoluta.

“Andrea Bassani, ha esposto per la prima volta negli anni ’70 e la sua carriera artistica è un lungo percorso di sperimentazione che ha condotto negli anni alla definizione di un linguaggio artistico unico ed originale. Colore e forma, pittura e scultura si fondono nelle sue opere in un “equilibrio dinamico” in cui le forme antropomorfe, nitide ed eleganti, si organizzano all’interno della composizione.

Le sue opere sono dei “monocromi dinamici” in cui il colore da forza alla superficie tridimensionale e dove l’analisi dei profili rappresenta uno dei temi dominanti.

L’immagine è scomparsa, si è trasformata in struttura, ed i volumi morbidi sembrano fuoriuscire dalla superficie dell’opera e coinvolge lo spazio circostante in un vortice dinamico.

I profili sono morbidi ma marcati, sono assenza di materia e di colore, ed è proprio questa sottrazione, la chiave rappresentativa e di innesco del dinamismo della composizione di Bassani e la genesi dei suoi “quadri scultura”.

Le sue opere coinvolgono lo spazio circostante, fuoriescono dalla superficie e contenute in teche trasparenti rappresentano il superamento dei limiti formali e di genere tra pittura e scultura. All’interno delle opere di questo artista, delle sue forme espressive e del loro dinamismo e del suo colore puro, si concretizzano come segnali forti e personalissimi, le sue “tracce”, presenze lineari di colore contrastante la superficie, quasi dei solchi, dei raggi di luce. Lo spettatore ne è incuriosito e sembrano come in uno spartito musicale dettare il tempo del “ritmo compositivo” e riequilibrare la dinamicità della composizione.

Sono una serie di “sospensione e pausa” nella purezza del colore e rappresentano, contestualizzate nell’opera, il percorso e la sintesi artistica della ricerca e la partecipazione discreta dell’artista e la sua conciliazione tra la dimensione spaziale e temporale.”

Palmira Rigamonti

La presenza di Lei - 26 maggio-9 giugno 2018

Attraverso l’arte un affondo nella storia. 
“La presenza di Lei”
presso Il Labirinto di Savona, Via Famagosta 10 

inaugurazione sabato 26 maggio 2018 ore 18.30
a cura di Gabriella Freccero

mostra d’arte
“La presenza di Lei”

Avvicinandoci alla conclusione degli eventi del 2018 che hanno puntato a rilevare la presenza femminile nella storia, abbiamo guadagnato un punto di vista indiscutibile: la presunta assenza delle donne dalla storia dipende unicamente dagli strumenti con cui la ricerca storica viene compiuta. Si dice, le donne mancano dai documenti; ma ciò che è stato considerato documento e cosa no, è stato sufficientemente indagato, considerato, vagliato, contestato?

Assumendo un punto di vista interdisciplinare, lavorando con materiali considerati spesso ambigui come i resti delle civiltà storiche e delle culture materiali (di cui spesso si e’ perso non solo l’uso ma anche la conoscenza), interrogando le arti plastiche e la pittura, le sapienti narrazioni che traggono da storie considerate favole un sostrato di verità occultato, abbiamo verificato che non c’è nella storia alcuna assenza delle donne ma semmai vera e radicata presenza. Occorre però rivedere la questione delle fonti, allargando l’orizzonte oltre il già visto e catalogato, frequentando la storia nei suoi recessi, ripostigli, labirinti, andando nelle sue viscere, dove la verità risuona di nomi mai sentiti eppure stranamente familiari, presenze corpose ma diàfane, come incontrate in sogno; fino a fare di se stesse il documento, dove questo manchi, certo la più scomoda delle posizioni ma la più necessaria, quando la verità cercata è dentro la nostra stessa storia, poiché della storia facciamo parte come cellule di un organismo; ma proprio per questo abbiamo capito che abbiamo bisogno dell’aiuto di altre donne, non è impresa a portata di una singola.

Abbiamo così chiesto alle artiste, al cui lavoro dobbiamo l‘aver saputo impadronirci degli strumenti delicati e complessi delle arti figurative per indagare la presenza femminile nella storia, di donarci un loro punto di vista sulla continuità della presenza delle donne nel tempo; un segno femminile che ci parli di come ci siamo sempre state, lì sulla scena del tempo, ma come oggetti poco illuminati, figure sfocate non per nostra natura, anzi questa piuttosto brillante, ma per l’avidità di un altro sguardo di proiettare fasci di luce su altro. A causa di questa scarsa illuminazione, non siamo sicure della traccia che abbiamo lasciato nel mondo; sbagliando, perché la traccia è lì solo da afferrare, raccogliendo da terra il filo del nostro inestinguibile esserci nel tempo.

FESTA DEL RISVEGLIO - 26-27 maggio 2018





FESTA DEL RISVEGLIO al Museo Orto Botanico di Roma, La Sapienza - 26 e 27 maggio 2018

Evento organizzato da Gart - GardenArt con La Sapienza Dipartimento Biologia Ambientale e il Raggruppamento Biodiversità Carabinieri


Eventi • Esposizione • Incontri • Visite guidate • Arti e Discipline

Due giorni per festeggiare il risveglio della natura e del corpo/giardino, in risonanza con gli elementi della terra, dell’acqua e del vento quale arte vivente.

"Siamo in costante trasformazione come un fiore che
si apre al mattino, ondeggia sferzato dal vento, dalla
pioggia, e magari calpestato, riposa se sopravvissuto
alla notte e ritorna finché ha vita.
La vita sa vivere e il respiro sa respirare e non sono
separati dal Tutto neanche un po’."
(Annamaria Gyoetsu Epifanìa)

26 maggio 2018
10.30 Il Canto degli Alberi / Campane tibetane e Suono armonico
11.00 Fiori di Bach e Piante / Introduzione alla Floriterapia
11.30 La Voce dell’Acqua / Narrazione teatralizzata
11.30 La magia delle Foglie / Attività didattica per Bambini
12.00 Semi del Risveglio / Strumenti di ascolto
12.30 Il Risveglio della Consapevolezza / La via armonica
15.00 Nesting yoga / Pratica di Yoganatura
16.00 Urashimataru / Narrazione teatralizzata per Bambini
16.30 Filo d’erba e sassi, arte vivente! / Conferenza
17.00 Gli Alberi ultracentenari / Visita guidata
17.30 Il colore e la forma dei fiori / Attività didattica per Bambini
17.30 A foglia a foglia al sol si spiega / Performance di Danza
17.45 Meditazione camminata guidata al suono del Shakuhachi
18.00 Duo Midare / Concerto di musica giapponese

27 maggio 2018
10.00 Tai Chi - Qi Gong / Pratica e Meditazione dell’Albero
11.00 Calici antichi / Al tornio con l’argilla
12.00 Fiori spontanei / L’arte di comporre dal nostro giardino
12.00 Collezione di Bambù / Visita guidata
11.30 Acque italiane e Fiori di Bach / Le risorse della Natura
12.30 L’Essenza delle Essenze / Intro alle essenze profumate
12.00 L’AlberoBambino / Scultura creativa, Attività per Bambini
16.00 Piumadoro e Piombofino / Narrazione per Bambini
16.30 Il Suono inascoltato. L’Universo in un Albero/ Conferenza
17.00 Gli Alberi ultracentenari / Visita guidata
17.30 Il colore e la forma dei fiori / Attività didattica per Bambini
17.30 Ritorno alle radici. Musica a 432hz

Outdoor Reading Room di Adriana Giorgetti Bonavia
TERRA / MATERIAPRIMA
New Entries
Progetto di Mail Art a cura di Ruggero Maggi
Con il contributo di Padiglione Tibet e dell’Università del Melo
La terra è la materia prima della nostra esistenza, l’elemento base della vita su questo pianeta, non a caso chiamato appunto Terra. Terra che, in questa mostra, costituisce l’elemento primario delle 19 opere delle oltre 300 pervenute e realizzate con zolle della propria terra, con la propria materia prima e spedite da più di trecento mailartisti internazionali.
Mailartisti:

Dino Aloi, Rovena Bocci, Rossana Buscarino, Silvia Capiluppi, Pino Chimenti, Concetta De Pasquale, Marcello Diotallevi, Ivana Geviti, Daniela Gorla - Mario Quadraroli, Tiziana Grassi, K7, Livia Liverani, Rita Mele, Camilla Oppizzi, Pupi Perati, Salvatore Perchinelli, Isabella Rigamonti, Claudio Romeo, Elena Sevi

Suono armonico (Millevie):
Daniela De Gortes, Massimo Lilli, Mariangela Pieri, Giovanna Politi, Giovanna Viganò, Alba Zuccaro

Con la partecipazione di:
Centro Zen Anshin, NoDramasProduction, Duo Midare, Biopic

Interventi di:
Romeo Emiliano Albini (Scultura creativa, Bambini), Rosana Antonelli ("Imaginaria" opere in grès), Loredana Apolloni (La magia delle foglie, Bambini), Enzo Bordi Anzuò (Tai Chi - Qi Gong), Maurizio Castè (Duo Midare), Annamaria Gyoetsu Epifania (meditazione camminata e Tai Chi-Qi Gong), Evandro Gabrieli (Calici antichi), Anna Garofalo (Fiori di Bach), Caterina Greppi (Essenze profumate), Michelle Guerra (Fiori di Bach e Naturopatia), Robert James Hanrahan (musica 432hz), Rosa Veronica Leccese (Fiori di Bach), Daniela Muti (letture poetiche), Elisabetta Pagnani (narrazioni teatralizzate), Valeria Pesciarelli (composizione fiori), Simona Sanzò (Duo Midare), Manuela Scannavini ("Danza della pioggia"), Roberto Stasolla (Metamedicina), Antonio Taschini (“Terraria"), Ilaria Vasdeki (Yoganatura).

DINO SILEONI - 26 maggio-8 giugno 2018

L' ARTESTUDIO MORANDI PRESENTA L' ARTISTA AMODALE 

DINO SILEONI 

INAUGURAZIONE SABATO 26 MAGGIO ORE 17.00 

APERITIVO OFFERTO DALLA ASSOCIAZIONE LINEA INFINITA MULTIMEDIALE



PARAPLUIE - 22 maggio-1 giugno 2018




L'esposizione PARAPLUIE va a Genova , nella splendida Villa Imperiale, sala Cambiaso di Biblioteca Lercari, dal 22 maggio al 1 giugno 2018.
35 artisti contemporanei invitati da QUIARTE, provenienti da varie città italiane ( Roma, Vicenza, Padova, Pavia, Ancona, Genova, Savona, Acqui e Sicilia ) hanno aderito alla mostra PARAPLUIE, esposta presso la GALLERIA D'ARTE DEL CAVALLO dal 6 al 20 maggio 2018.

Tutti hanno dato vita a vere e proprie opere d'arte utilizzando come tele ombrelli della stessa forma e dimensione che sono stati dipinti a mano.
Veri pezzi unici.
In caso di vendita, parte del ricavato sarà devoluto ( a libera scelta dell'artista) a DYNAMO CAMP che tanto si prodiga per i bambini malati.
Inaugurazione il 22 maggio 2018 alle ore 17, alla presenza delle autorità, degli artisti e del pubblico.
Ingresso libero, dalle ore 8,30 alle 18,00, sabato domenica e festivi chiuso.

Siete TUTTI invitati a partecipare, la Villa è splendida da vedere , la nostra mostra anche.

Gli artisti partecipanti:
LUCIANA BERTORELLI
RENATA MINUTO
BLUER
KATIA BRUGNOLO
GABRY COMINALE
CECILIA COSSETTA
LAURA DI FONZO
ELISA TRAVERSO LACCHINI
SILVANA MALTESE
VITTORIO PATRONE
LAURA PELUFFO
MONICA PORRO
BRUNA SALVO
RENZA LAURA SCIUTTO
CLAUDIO DE PASQUALE
GABRIELLA SOLDATINI
SILVANA PRUCCA
GIOVANNA CRESCINI
ELENA FRONTERO
ROSALINA COLLU
INGRID MIJICH
MARIELLA RELINI
LAURA GIULIANI
FRANCESCO PARISI
CRISTINA MANTISI
LEO STROZZIERI
DONATELLA BARTOLI
CATERINA MASSA
MARICA SERVOLO
ENRICA CAPONE
AGATA ANGELA LUPI
MIRIAM MELLE
FIORENZA ORSEOLI
NORA POLENGHI
GIOVANNA STURNIOLO
ELISABETTA GALFRE'

Fondazione 100 Fiori - 30 maggio-17 giugno 2018




Fondazione 100 Fiori 
Spazio di Pozzo Garitta, 32
Albissola Marina, dal 30 maggio al 17 giugno

Collettive:

-di Metro in Metro....percorsi d'Arte,dal 30 maggio all'8 giugno
-Impronta d'Artista 2, dal 30 maggio all'8 giugno
-Che '48 - Arte e Storia, dal 9 al 17 giugno

e con
-Incontro con il prof. Sergio Tortarolo, venerdì 15 giugno alle ore 18.

venerdì 18 maggio 2018

LE ARIE DEL TEMPO - maggio-giugno 2018


LE ARIE DEL TEMPO
Via Lomellini 3/3 – Genova - 0102468446
Programma maggio-giugno 2018
SUPERARE IL LIMITE

L.C. 2016
Sabato 26 maggio ore 17,30
Giuseppe Zuccarino
Bataille e la notte del non-sapere

«Non si può forse liberare dai suoi antecedenti religiosi la possibilità dell’esperienza mistica, possibilità rimasta aperta, a dispetto delle apparenze, al non credente? Liberarla dall’ascesi del dogma e dall’atmosfera delle religioni? In una parola, liberarla dal misticismo – al punto da connetterla alla libertà dell’ignoranza? Al di là di ogni sapere c’è il non-sapere» (Georges Bataille). Si parlerà dunque dei tentativi, da parte dello scrittore e filosofo francese, di raggiungere stati di estasi, di uscita da sé, tentativi per qualche aspetto simili a quelli dei mistici, ma condotti sul piano personale, al di fuori del contesto religioso.

Giuseppe Zuccarino è critico e traduttore. I suoi libri più recenti sono: Note al palinsesto (Joker 2012), Il farsi della scrittura (Mimesis 2012), Prospezioni. Foucault e Derrida (Mimesis 2016), Rifrazioni e altri scritti (Joker 2017), Immagini sfuggenti. Saggi su Blanchot (Mimesis 2018).


* * *

LE ARIE DEL TEMPO
Via Lomellini 3/3 - Genova- 0102468446
Programma maggio-giugno 2018
SUPERARE IL LIMITE

L.C. 2016
Sabato 16 giugno ore 17,30
Marco Ercolani
Una conversazione con Robert Walser

Nel mio libro Preferisco sparire faccio dialogare il giovane psichiatra, Karl Weiss, con il vecchio scrittore, Robert Walser, nell’ospedale psichiatrico di Herisau. Il libro non dà voce allo psichiatra ma solo allo scrittore che parla con lui e vagabonda nei confini fluttuanti fra ragione e follia. Come scrive Giorgio Galli, «Walser non vuole uscire dal manicomio: lo dice esplicitamente allo psichiatra con cui dialoga in questi colloqui. Dentro il manicomio si può essere se stessi, si è liberi perfino di sparire, di annettersi alla folla anonima dei matti, mentre fuori dominano il dover essere e il dover fare, i rapporti di potere che sfociano in istituzioni e guerre».

Marco Ercolani è saggista e scrittore. Tra i suoi ultimi libri: Discorso contro la morte, Sentinella, Turno di  guardia, Preferisco sparire: colloqui con Robert Walser, Destini minori, Nel fermo centro di polvere. E, con Lucetta Frisa, Il muro dove volano gli uccelli e Diario doppio.

Opiemme – solo show - 18 maggio-10 settembre 2018

Opiemme – solo show
all’interno del progetto di Parole faccio Arte”

Whitelight Art Gallery    www.whitelightart.it    www.whitelightart.it/categoria-prodotto/opiemme
c/o Copernico Torino Garibaldi, Corso Valdocco 2, Torino

Dal 18 maggio al 10 settembre 2018
Su appuntamento dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 18.00  - info@whitelightart.it
Inaugurazione fine Maggio – per inviti info@whitelightart.it

Dal 18 Maggio a Torino, presso gli spazi di Copernico in Corso Valdocco 2, nei pressi di via  Garibaldi,  saranno esposte alcune opere di Opiemme, nell'ambito del progetto
di Parole faccio Arte” di Whitelight Art Gallery, che già aveva coinvolto lavori dell'artista in una personale a Roma nei mesi di Marzo e Aprile presso il Clubhouse Barberini di Via San Basilio.
di Parole faccio Arte” è una mostra tematica dedicata alla parola nell'arte contemporanea, protagoniste le opere di Opiemme, Sabrina D'Alessandro e Giorgio Milani, tre artisti e tre diverse prospettive per un viaggio itinerante alla scoperta della parola e della sua rappresentazione in arte visiva. Il progetto si sviluppa attraverso personali dei tre artisti coinvolti, in diverse città, Roma, Milano e Torino, e una collettiva nella sede principale di Whitelight Art Gallery in via Copernico 38 a Milano, visitabile per tutto il 2018.

Opiemme è artista legato alla città di Torino, dove si è formato e ha sviluppato una ricerca che da un lato si manifesta in spazi pubblici, e da un altro è evoluzione dello storico movimento della “poesia visiva”.
“Poeta della street art”, così è stato più volte definito, per i suoi dipinti murali e interventi di “poesia di strada”, che culminano in Polonia con un tributo su un palazzo di 10 piani a Wislawa Szymborska, poetessa premio Nobel per la letteratura nel 1996.

A Torino nel 2013 Opiemme realizzò “Un fiume di parole”, un intervento poetico lungo 7 km sui marciapiedi di Strada San Mauro e Strada Settimo che andava, così, ad unire gli storici quartieri di Barca e Bertolla con una distesa di parole che si inseguivano. Nello stesso anno dipinse un murale dedicato ad E. A. Poe al Bunker.
Recentemente Opiemme ha completato un disegno per il “Museo di Arte Urbana” del quartiere Campidoglio dedicato a Stephen Hawking: un'esplosione di parole che simbolizza le illuminazioni nella "nera immobilità" dell'infermità dello scienziato.
Il murale inaugurato a inizio Maggio, durante un tour di SAT  che celebrava i suoi primi quattro anni di attività (https://www.facebook.com/streetartourtorino/) , si trova in Corso Tassoni, lungo il muro della Chiesa di S. Alfonso, quasi all'angolo con via Cibrario, dove nel 2014 l'artista aveva dipinto un calligramma di una balena dedicato a Moby Dick su cui apparse una scritta “Gabbo Vive”. (Torino Cronaca)

Fra le ultime partecipazioni in città vi sono, infatti, quella nel 2011 per la mostra al Museo delle Scienze “Km011”, a cura di Luca Beatrice, che raccontava 15 anni di arte a Torino, e nel 2015 a “
Imago Mundi”, mostra della collezione Benetton di quadri di mini-formato (10×12 centimetri) ospitata all’interno della sede della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo.
Una sua personale in città manca da tempo. E questa sarà occasione per vedere lavori più recenti e di grande formato.

La mostra sarà visitabile fino al 10 Settembre 2018 su appuntamento dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 18.00, mentre l'inaugurazione si terrà a fine Maggio (per inviti info@whitelightart.it).

www.opiemme.com   https://it.wikipedia.org/wiki/Opiemme



LA CITTA’ IMMAGINATA - 21 maggio 2018

LA CITTA’ IMMAGINATA

a cura di Eleonora Fiorani

Urban Center/Galleria Vittorio Emanuele II 

Opening 21 maggio 2018 ore 18,00

Evocare il fantasma del Novecento attraverso la ricostruzione dei paesaggi urbani e il recupero della storia vera o immaginata  che lo ha caratterizzato così che si possa tornare a vivere ed esperire le storie incorporate nelle strade, nei luoghi, che sono tutti percorsi della memoria, è ciò che è ancora possibile fare nell’arte per ritrovare le storie sedimentate o anche solo frammentate e in attesa, e con esse gli scarti e le simbolizzazioni, ma anche le mitologie e le reliquie del senso, i sogni ritrovati o da ritrovare.
Storie e mitologie che sono evocazioni di fantasmi in cui il fantasma del Novecento ancora vive.  E’ questo lo sguardo che l’arte ci permette di ritrovare, uno sguardo che negli spazi privati e pubblici delle nostre città, disfa le superfici e crea nella città pianificata la città immaginata in cui i fantasmi convivono con il futuro e aprono a nuovi scenari.
La città organica di Paolo Gallerani
Nel passaggio epocale che stiamo attraversando in cui tutto ciò che siamo stati e il mondo che conoscevamo scompaiono dal nostro orizzonte e di esso sopravvivono solo i fantasmi, è ad essi che hanno rivolto il loro sguardo le opere di Gallerani a dirci che è sempre possibile con l’arte far vivere in essa le cose abbondanate alla dimenticanza e alla rovina, oggetti, materiali, brandelli di forme, di immagini, di ricordi, di pensieri, che lui stesso ha raccolto, custodito ed esposto, rendendo libera l’immaginazione a fluire fuori dagli schemi.  È questo il senso delle forme archetipali delle sue architetture arboree e di quelle residuali della città organica evocata e fatta vivere nei disegni e nelle fotografie e nei testi che li accompagnano. La stessa iterazione e moltiplicazione delle variabili dice che ogni cosa è diversa dalle altre e struttura un percorso soggetto al tempo, all’accumularsi dell’esperienza: è differenza nella ripetizione.

Eleonora Fiorani

FESTA DELL’ARTE - 24 maggio 2018


FESTA DELL’ARTE

Luogo: CasArcobaleno via Arcangelo Ghisleri 110 Quartiere Scampia Napoli
Data e orario: Giovedì 24 maggio dalle ore 20,30 alle ore 22
Informazioni:  a.protagiurleo@email.it
Partecipazione:libera e gratuita per le persone interessate; le bambine e i bambini saranno accompagnati da un genitore .
Si è pensato di organizzare una festa dell’arte aperta alle persone del quartiere durante la quale cenare insieme (cena a portare), esporre opere d’arte, proiettare immagini, leggere testi poetici, ascoltare musica.
Proiezione immagini fotografiche di Fabio Cito e gruppo No Photo  Mattia Tarantino e Imma Conte; Ludovica Cattaneo; Laura Caligiuri;  Mohamed Harb;  Umberto Vocaturo 

Presentazione dei fumetti di Salvatore Tofano  e di Azzurra Vuono

Lettura di poesie da parte di Rosa Bianco e di Vincenzo Monfregola
Lettura di fiabe a cura della Biblioteca Le nuvole

Interventi musicali a cura dell'orchestra infantile e giovanile Musica libera Tutti
 
Mostra di libri d’artista di: Maria Cristina Antonini, Yulia Bocheva, Anna Boschi, Angela Caporaso, Ludovica Cattaneo, Anna Colmayer, Marisa Cortese Elisa Debole, Silvia Lissa, Mavi Ferrando, Maurizio Follin, Marilde Magni e Nadia Magnabosco, Alina Rizzi, Evelina Schatz
Mostra Natura – cultura: Margherita Cavallo, Fabio Fumo,  Giuseppe Piscopo, Antonella Prota Giurleo
Mostra di manifesti Diamoci un taglio: Katia Adragna, Franco Ballabeni, Silvia Butelli Paolo Cabrini, Angela Caporaso, Ludovica Cattaneo, Bruno Chiarlone, Anna Colmayer, Nathan D’antuono, Cinzia Farina, Gretel Fehr, Dorothea Fleiss, Ornella Garbin, Joey Patrickt, Daniela Lewin, Pino Lia, Nadia Magnabosco, Pina Meroni, Janice Oliveira, Hugo Pontes, Antonella Prota Giurleo, Gianluca Raro, Grazia Ripullone, Alina Rizzi, Domenico Severino, Susanne Shumaker, Lars Shumaker, Micaela Tornaghi, Rosanna Veronesi, Vorticerosae le bambine e i bambini della scuola elementare del comune di Sormano



Seminario: Arte per star bene


Luogo: CasArcobaleno via Arcangelo Ghisleri 110 Quartiere Scampia Napoli
Data e orario: Giovedì 24 maggio dalle ore 14 alle ore 18
Interventi visivo verbali di:  suor Edoarda, Maria Cristina Antonini, Francesca Avitabile, Fabio Cito, Anna Colmayer, Imma Conte, Antonella Prota Giurleo, Cristina Rossi, Domenico Severino, Mattia Tarantino, Umberto Vocaturo
Informazioni:  a.protagiurleo@email.it
Partecipazione: libera e gratuita per tutte le persone interessate
 Durante il seminario saranno presentate e confrontate diverse esperienze di elaborazione di attività a partire dall’arte. Non, quindi, un’analisi dal punto di vista dell’arte terapia ma dell’arte come modalità espressiva che genera benessere psico fisico.
. Suor Edoarda:  Il Centro educativo MilleColori
. Maria Cristina Antonini. L’archivio  delle artiste dell’ Accademia Belle Arti Napoli
. Francesca Avitabile:  Musica Libera Tutti orchestra infantile e giovanile presenterà
l’esperienza realizzata al Centro Hurtado
. Fabio Cito: Il Simposio di arte contemporanea di Scampia come elemento di incontro tra culture
diverse e di coinvolgimento del quartiere
. Anna Colmayer: esperienza con alunne e alunni con difficoltà
. Antonella Prota Giurleo: San Vittore, Laboratorio di arte della sezione femminile
. Cristina Rossi
. Domenico Severino: l’arte postale come elemento di benessere planetario
. Martina Pignataro (?)Il mural come mezzo espressivo di comunicazione e di richiesta politica
. Umberto Vocaturo: Il Gay Pride 2017 a Napoli: un happening collettivo
. Esibizione delle bambine e dei  bambini del laboratorio di "musica d'insieme"  del Centro Hurtado
accompagnati dal Maestro Francesco Paolo Manna.
. Mattia Tarantino e Imma Conte: Il gruppo NoPhoto

mercoledì 16 maggio 2018

TRACCE - 26 maggio-17 giugno 2018

Mostra dal titolo TRACCE allo Spazio Giorgio Ostini di Cuirone di Vergiate 
dal 26 maggio al 17 giugno. 
INAUGURAZIONE 26 MAGGIO ORE 11.00


DISEGNI TRA FIGURA E SEGNI DI ARTISTI - 2 giugno al 23 giugno 2018

2° Mostra alla Biblioteca di Vergiate titolo DISEGNI TRA FIGURA E SEGNI DI ARTISTI NAZIONALI E INTERNAZIONALI 
2 giugno al 23 giugno. 
Catalogo in galleria 
INAUGURAZIONE 2 GIUGNO ORE 10.00


Arte e Sport per non dimenticare il Tibet - 20 maggio 2018


Arte e Sport per non dimenticare il Tibet

PADIGLIONE TIBET alla 44° edizione della VOGALONGA di VENEZIA
partenza ore 9.00 – Bacino San Marco

Una partecipazione con un duplice intento: far interagire Arte e Sport e mantenere costante l'attenzione sulla causa tibetana sostenendo contemporaneamente gli intenti dell'organizzazione della manifestazione di salvaguardare Venezia e le sue tradizioni.

La VOGALONGA è una grande manifestazione internazionale sportiva e non competitiva veneziana nata il giorno di San Martino del 1974 come una regata tra amici su ‘mascarete’ per trasformarsi poi in “una riscoperta del suggestivo ambiente lagunare, un raduno popolare non per contestare qualcosa o qualcuno, ma unicamente per solidarizzare con Venezia. Tante mani protese verso la città per difenderla da uno dei suoi tarli più insidiosi, il moto ondoso”. Alla Vogalonga possono partecipare tutti i tipi di imbarcazione a remi, senza limiti di peso, misura e numero di vogatori. Per l'edizione 2018 sono previste1800 imbarcazioni con 7/8000 vogatori. Il percorso attraverso la laguna ed i canali di Venezia è di circa 32 km con partenza alle ore 9.00 al colpo di cannone, il giorno di Pentecoste, domenica 20 maggio 2018.

L'imbarcazione di Padiglione Tibet – un Dragon Boat - attirerà senz'altro molta curiosità ed interesse, perché, al di là dei pochi contatti che vi sono tra il mondo dello sport e la pratica artistica, è la prima volta che si presenta una barca - è vero - con equipaggio italiano (20 vogatori del Canoa Club di Bobbio), ma supportata e sponsorizzata da Padiglione Tibet, con i colori e le bandiere dello Stato Tibetano.
Bandiere che saranno lavorate e dipinte da alcuni artisti contemporanei che, con il loro messaggio creativo e spirituale, le renderanno uniche.

Sono trascorsi ormai 59 anni da quella tragica data (10 marzo 1959) in cui il Dalai Lama fu costretto ad abbandonare il Tibet, ma nulla è stato fatto per ridare speranza e libertà al popolo tibetano. Questo evento vuol catalizzare l'interesse dell'opinione pubblica su tale situazione. Un momento per ricordare questo popolo che ormai, purtroppo, si può definire una minoranza etnica che rischia di perdere i più basilari diritti umani, la propria identità ed il proprio patrimonio culturale e spirituale, fondati su concetti di pace e non violenza.
Per ricordare i suoi martiri che si sono immolati per la libertà di altri, per la verità di tutti.

Con questo progetto Padiglione Tibet, a cura di Ruggero Maggi, vuole offrire a tutti una possibilità: volgere lo sguardo sull'imbarcazione, soffermarsi sulle bandiere fissate ad essa e poi guardare oltre, più lontano, verso l'orizzonte… forse è retorica, ma da sempre l'orizzonte ispira sentimenti di speranza in qualcosa che è ancora nascosto, ma che presto si rivelerà.

Il Canoa Club di Bobbio, di cui fanno parte i vogatori, è nato nel 1971 ed Enzo Traferri ne è l'attuale Presidente. Gli atleti del CCB hanno vinto molte gare sui più importanti fiumi nazionali ed esteri e conseguito 3 titoli di Campioni d'Italia: nel 1973 la prova di discesa classica e la prova di slalom con l'equipaggio di C2, nel 2006 la prova di discesa classica con il K1 Master.



Artisti partecipanti:

Marco Agostinelli, Piergiorgio Baroldi, Carla Bertola - Alberto Vitacchio, Mariella Bogliacino - Fernando Montà, Rossana Bucci, Silvia Capiluppi, Pino Chimenti, Giampietro Cudin, Sergio Dangelo, Adolfina De Stefani - Antonello Mantovani, Anna Maria Di Ciommo, Franco Di Pede, Marcello Diotallevi, Giovanna Donnarumma - Gennaro Ippolito, Gretel Fehr, Mavi Ferrando, Alessandra Finzi - Gianni Marussi, Ermes Giacomello, Gruppo Il Gabbiano, Peter Hide 311065 - Isabella Rigamonti, Benedetta Jandolo Kappa, Oronzo Liuzzi, Ruggero Maggi, Ruggero Marrani, Fabrizio Martinelli, Lorenzo Menguzzato, Clara Paci, Lucia Paese, Benedetto Predazzi, Mario Quadraroli, Carla Rigato, Anna Seccia, Lucio Tiziano e Cesare Serafino, Danilo Sergiampietri, Ilaria Sperotto, Roberto Testori.

“Non esistono barriere che possano dire all'uomo: fin qui e non oltre” (Beethoven)

per informazioni:
Padiglione Tibet | maggiruggero@gmail.com | 320.9621497

ARS in GRATIA - 19 maggio-18 giugno 2018


AnimARSi Associazione di promozione artistica e culturale

presenta

ARS in GRATIA – La GRAZIA nell’ARTE
dal 19 maggio al 18 giugno 2018
Sala Museo Santuario S. Maria delle Armi - Cerchiara di Calabria (CS)
Inaugurazione sabato 19 maggio ore 10.30
Mostra a cura di: Stefania Cassano
Nell’ambito della mission di sostegno e promozione della cultura, l’Associazione artistica culturale AnimARSi di Bari, inaugura un particolare progetto espositivo dedicato al tema del Sacro, ideato e curato per la Fondazione Santa Maria delle Armi di Cerchiara di Calabria, dalla presidente art/director Stefania Cassano.
In una location paesaggistica unica e suggestiva a 1.100 mt di altezza, in uno dei più importanti Santuari Mariani della Calabria, incastonato nella roccia qual è il Santuario della Madonna di S.Maria delle Armi o Madonna della Grotta (la sua storia risale alla seconda metà sec. X), sarà presentata la “visione del Sacro” di 10 artisti di fama nazionale e internazionale, per la prima volta, in un progetto di arte che omaggia la Vergine e il luogo considerato la “Porta Spirituale” della Sibaritide.
Un progetto quindi straordinario ove la mostra è intesa come “viaggio” fra spiritualità, sacro e arricchimento culturale, sostenuto e condiviso negli intenti da Filomena Rago (presidente della Fondazione S.Maria delle Armi) che vedrà la partecipazione degli artisti: ROSSANA BUCCI - Corato (BA); LUCIA BUONO - Bari; PIERLUCA CETERA - Gioia del Colle (BA); ETTORE ALDO DEL VIGO - Sassari; ORONZO LIUZZI - Corato (BA); MARIO PIERRI - Taranto; ANGELA QUITADAMO Manfredonia (FG); CLAUDIO SCIASCIA - Roma; ROBERTA SERENARI - Sasso Marconi (BO); ARMAND XHOMO - Firenze.
Durante uno dei periodi dell’anno più importanti per il Santuario, la festività di Pentecoste del 20 maggio, la mostra (pitture, sculture e installazioni), sarà inaugurata sabato 19 maggio ore 10.30 alla presenza del Rettore del Santuario Padre Roger Ntabala, del Sindaco di Cerchiara dr. Antonio Carlomagno, della presidente della Fondazione del Santuario Filomena Rago, della vicepresidente Marianna Francomano, della curatrice Stefania Cassano e del dr. Francesco Maurella presidente Club UNESCO di Trebisacce che ha patrocinato fra gli altri l’evento e con la partecipazione straordinaria  della Polifonica Aùlos di Lamezia Terme diretta dal M° Rosa D’Aulino (Ass. Musica e Arte di Aùlos) per AnimARSi.
L’Associazione Wine Fashion Europe che scopre, valorizza e promuove il Made in Italy, sostiene l’iniziativa curandone la promozione.

ARS in GRATIA – La GRAZIA nell’ARTE
progetto ideato e curato da Stefania Cassano
presidente _art director -  AnimARSi Ass. artistica culturale / Bari
in collaborazione con
Fondazione S.Maria delle Armi Cerchiara (CS)

Patrocini
Fondazione S.Maria delle Armi, Club per l’UNESCO Trebisacce (CS), Comune di Cerchiara(CS)
Sedi
Sala Museo Santuario Santa Maria delle Armi Cerchiara di Calabria (CS)

inaugurazione
19 maggio 2018 ore 10.30

periodo
Dal 

PERFOMEDIA 2018 BRESCIA - 19 maggio 2018



CINEMA DIPINTO - 11-22 maggio 2018




11-22 maggio 2018
"CINEMA DIPINTO" 
al Casinò di Sanremo a cura del prof. Felice Rossello
Il 22 maggio, alle ore 17, nell'ambito dei martedì letterari del Casinò, finissage, 
con l'intervento del prof. Felice Rossello.

Albert Barreda
Jorge Felix Diaz (Jotaf)
Roberto Gaiezza
Giorgio Laveri
Giacomo Lusso
Stefano Pachì
Aldo Pagliaro
Ylli Plaka
Arturo Santillo
Carlo Sipsz

Michela Montrasio - 17 maggio-09 giugno 2018


Michela Montrasio è un’artista poliedrica con una particolare attenzione per la psicologia del profondo. Uno dei temi principali della sua ricerca artistica è quello dell’ Ombra, così come espresso da Jung, un autore che ha influenzato notevolmente la sua produzione, aprendola al mondo onirico, dei simboli, alla visione olistica che tutto comprende. In questo progetto fotografico, l’artista ha indagato il lato oscuro, spinta dalla necessità di confrontarsi con una dimensione cui dare spazio e dare nome.
La mostra, è costituita da otto fotografie formato 50×75 in bianco e nero su carta baritata. Le foto sono state scattate con macchina tradizionale (Leica R3) utilizzando pellicola Agfa SCALA 200X e SuperPan 200 Rollei.
Catalogo con testi di Federica Fontana e Nicola Frangione
Stampa delle foto: Laboratorio Chrome, Milano
Michela Montrasio: dal 1985 al 1997 ha fatto attivamente parte della redazione della rivista di dinamiche culturali HARTA. Dall’inizio degli anni ’80 ha studiato danza. Nel corso degli anni lo studio della danza si è avvicinato sempre più a pratiche di ricerca di un linguaggio autentico, come la Danzaterapia, la Danza Sensibile e la Danza Butoh. La ricerca artistica si è andata contemporaneamente aprendo a tutte le arti (le arti visive nella loro globalità e la performance), per trovare un linguaggio totale in grado di accogliere il mondo interiore; nello stesso tempo è sempre stata una grande opportunità per innescare processi di carattere trasformativo-evolutivo. Come performer ha partecipato dal 1986 a numerose rassegne e manifestazioni sia in Italia sia all’estero.
info: Spazio DoloMiti Via Dolomiti 11, 20127 Milano
opening 17 maggio ore 18.30
periodo: dal 17/05 al 09/06 2018
Aperto: da merc. a sab. dalle 15,30 –19,00
Trasporto: MM1 fermata Turro
info@spaziodolomiti.orgwww.spaziodolomiti.org
Associazione Culturale City Art – www.cityart.it